Il mio blog principale: http://mikelogulhi.blogspot.com
Il blog centrale in italiano (dove puoi vedere, a destra, quali sono gli ultimi blog in italiano aggiornati): http://ilmondofuturo.blogspot.com

venerdì 14 marzo 2014

Datagate: Europarlamento, se Washington ci spia niente trattato di libero commercio

da www.atlasweb.it

    di  .  Scritto  il  14 marzo 2014  alle  6:00.

STRASBURGO – Niente trattato di libero commercio fra Unione europea e Stati Uniti se gli americani non la smetteranno di spiare illegalmente gli alleati europei. E da subito, sospensione degli accordi esistenti sul trasferimento dei dati dei cittadini Ue agli Stati Uniti, finché Washington non avrà dimostrato coi fatti che la Nsa non intercetta più qualsiasi comunicazione in Europa, con la scusa della lotta al terrorismo.germaniamerkel
Il Parlamento europeo mercoledì 12 marzo a Strasburgo ha lanciato un segnale durissimo contro le cattive abitudini americane in fatti di spionaggio, rivelate dalla “talpa” Edward Snowden. Con 544 voti a favore, 78 contrari e 60 astenuti, l’assemblea ha approvato una risoluzione che chiede in sostanza il blocco dei trattati esistenti con gli Usa in materia di trasferimento dei dati e lo stop della trattativa per l’accordo di libero scambio fra le due sponde dell’Oceano (Ttip).
Il voto è arrivato al termine di una indagine di sei mesi sulle attività della Nsa in Europa condotta dalla Commissione dell’europarlamento sulle libertà civili. La risoluzione approvata da un’assemblea in scadenza è un atto simbolico, rivolto soprattutto al parlamento che verrà. Ma lancia anche un segnale chiaro agli alleati americani: l’Europa è pronta a mettere ostacoli al negoziato per l’accordo di libero scambio, se Washington non si darà un freno in materia di intelligence.
“Le rivelazioni di Snowden ci hanno dato la possibilità di reagire – ha detto il relatore Claude Moraes, britannico del gruppo socialista -. Spero che trasformeremo quelle reazioni in qualcosa di positivo e duraturo nel prossimo mandato del Parlamento, in una legislazione sulla protezione dei dati di cui tutti possiamo essere orgogliosi. Neanche il Congresso degli Stati Uniti ha condotto un’inchiesta”.
Nella risoluzione approvata a Strasburgo, si legge che il consenso del Parlamento all’accordo finale sul commercio e gli investimenti (Ttip) con gli Stati Uniti “potrebbe essere minacciato fino a quando la coltre delle attività della sorveglianza di massa, le intercettazioni delle comunicazioni nelle istituzioni dell’Ue e le rappresentanze diplomatiche non saranno completamente fermate”. Il Parlamento dovrebbe rifiutare il suo consenso all’accordo Ttip finché non siano pienamente rispettati i diritti fondamentali Ue. La protezione dei dati inoltre dovrebbe essere esclusa dai negoziati commerciali.
I deputati hanno chiesto “l’immediata sospensione” dei principi sulla privacy del Safe Harbour (norme volontarie di protezione dei dati per aziende extra Ue sul trasferimento di dati personali di cittadini europei negli Stati Uniti). Questi principi “non provvedono a un’adeguata protezione dei cittadini europei”, affermano i deputati. Agli Stati Uniti viene chiesto di “proporre nuove regole per il trasferimento dei dati personali che soddisfino i requisiti Ue”.guardiansnowden
Secondo la risoluzione approvata, anche il programma finanziario di controllo del terrorismo (Tftp), ovvero il trasferimento agli Usa di informazioni bancarie sui cittadini europei, dovrebbe essere sospeso finché le accuse nei confronti delle autorità statunitensi di accesso a dati bancari dei cittadini europei fuori dal contratto siano chiarite.
La risoluzione chiede un “Programma europeo di protezione informatori”, che tuteli i “pentiti” come Snowden che rischiano la vita o pene pesantissime per rivelare gli abusi. I deputati invitano gli Stati membri a esaminare la possibilità di concedere agli informatori (“whistleblowers”) protezione internazionale.
Infine, la risoluzione chiede “un nuovo corso digitale” nella Ue e auspica che l’Europa sviluppi una propria cloud e soluzioni IT, includendo tecnologie di sicurezza informatica e crittografia per assicurare un alto livello di protezione dei dati.