(ANSA) - STRASBURGO, 11 GIU - Per uscire dalla crisi economica e mantenere un ruolo globale l'Unione europea deve ''rafforzare le sue istituzioni'' tramite una ''nuova Costituzione'', che vada nella direzione ''degli Stati Uniti d'Europa''. Questo l'appello del presidente della Slovenia, Borut Pahor, all'Europarlamento, riunito in seduta solenne a Strasburgo.

Secondo Pahor nell'Unione europea c'e' bisogno di ''colmare un deficit democratico''. Per il presidente sloveno poarlare di Stati Uniti d'Europa non significa parlare per forza di modello Usa, ma per rimanere competitivi a livello internazionale ''abbiamo bisogno di un parlamento e di un governo europeo al pari di parlamenti e governi nazionali, e di una banca centrale europea con pieni poteri''. ''Noi miriamo ad essere nel 2020 l'economia piu' competitiva del mondo: siamo lontanissimi dall'obiettivo, stiamo brancolando nel buio. Servono strumenti in termini di politica economica e fiscale'' ha spiegato Pahor.

''Se non raccogliamo oggi la sfida, la nostra incapacita' ci costera' cara'' ha sottolineato il presidente della Slovenia, che vuole lanciare adesso la creazione di una nuova ''convenzione sul futuro dell'Europa'', da sottoporre poi a referendum nei Paesi Ue. Gli euroscettici ''si stanno rafforzando per la prima volta anche in Slovenia, ma nessuno da solo puo' uscire dalla crisi, bisogna fare quadrato e unire le forze'' ha affermato Pahor. (ANSA)